Continuità del servizio e Qualità commerciale

L’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente con la Deliberazione 646/2015/R/eel ha definito nuove regole per il periodo regolatorio 2016-2023al fine di migliorare:

  •  la continuità del servizio e della qualità della tensione perseguendo la finalità di:

a) promuovere il miglioramento della continuità del servizio a livello nazionale, riducendo le differenze regionali a parità di grado di concentrazione;

b) limitare il numero annuo delle interruzioni subite dagli utenti, prevedendo un rimborso forfetario in caso di superamento degli standard specifici di continuità fissati nel presente provvedimento, anche per le interruzioni brevi;

c) promuovere iniziative finalizzate a incrementare la resilienza del sistema elettrico a seguito di eventi meteorologici severi e persistenti;

 

Il consuntivo del 2018 relativo alla qualità e continuità del servizio evidenzia una contrazione per entrambi gli indicatori di riferimento previsti dall’Autorità  essenzialmente a causa dell’emergenza neve di gennaio 2018.

L’indicatore di durata è pari  a 27,87 minuti rispetto a 19,59 minuti rilevati nel 2017, mentre l’indicatore legato al numero di interruzioni passa da 1,31 nel 2017 a petto a 1,76 registrate nel 2018.

  •  la qualità commerciale con la finalità di:

a) rafforzare la tutela dei diritti dei clienti finali attraverso livelli specifici e generali di qualità commerciale dei servizi di distribuzione e misura dell’energia elettrica e indennizzi automatici per il richiedente in caso di mancato rispetto dei livelli specifici di qualità per cause imputabili al distributore;

b) assicurare una corretta ed omogenea registrazione delle prestazioni richieste dai clienti per disporre di indicatori di qualità commerciale affidabili, comparabili e verificabili e per consentire una adeguata informazione dei clienti in merito alla tempestività di esecuzione delle prestazioni richieste.

Standard di qualità e indennizzi